“3D Printing in VET”, (progetto numero: 2019-1-EL01-KA202-062909) è un progetto finanziato dalla Commissione europea attraverso il programma Erasmus+ (KA2, partenariato strategico per l’innovazione e lo scambio di buone pratiche nel settore dell’IFP).

3D Printing in VET durerà 24 mesi (dall’1-10-2019 al 30-09-2021) e coinvolge 6 partner provenienti da 6 diversi paesi europei: Karlsruher Institut für Technologie (Germania), European Education & Learning Institute (Grecia), CENTRO INTERNAZIONALE PER LA PROMOZIONE DELL’EDUCAZIONE E LO SVILUPPO ASSOCIAZIONE (Italia), Escola Técnica de Imagem e Comunicação Aplicada (Portogallo), UNIVERSITÀ TELEMATICA INTERNAZIONALE-UNINETTUNO (Italia), WYZSZA SZKOLA EKONOMII I INNOWACJI W LUBLINIE (Polonia), Spagna e KEKAPER-REGION OF CRETE (Grecia) coordinatore del progetto.

Grazie a questo progetto svilupperemo un programma formativo che aiuterà gli insegnanti e gli educatori ad acquisire le conoscenze, le abilità e le competenze necessarie per l’uso delle stampanti 3D in diverse materie educative insegnate negli istituti professionali.

Dal 16 al 22 marzo tutti i partner sono stati impegnati per il Joint Staff Training Event. Diretto dal coordinatore KEKAPER-REGION OF CRETE che ha invitato studenti e insegnanti a prendere parte all’evento. Nei primi quattro giorni ogni partner, ha presentato tutti i moduli che compongono il corso eLearning. Il primo giorno è stato presentato il Modulo 1: Tecnico di base / Modulo iniziale, dalla piattaforma eLearning 3DP-VET. In seguito ETIC ha presentato il Modulo 2: Introduzione alla stampa 3D,  il Modulo 3: Stampa 3D nell’educazione, in cui il CEIPES ha collaborato alla realizzazione assieme ad EELI. Infine, i partner hanno presentato hanno presentato il fulcro del programma, ovvero il modulo 4, Progettare e/o Stampare oggetti 3D e il modulo 5 e 6 sulla Panoramica dei processi CAM, Settare una stampante 3D. Il quarto giorno di formazione, il consorzio di partner si è concentrato sulla presentazione della struttura della guida per gli educatori IFP e il suo programma.

Questi giorni di formazione hanno portato alla riflessione su quali cambiamenti sia importante lavorare. In particolare la parte visiva del materiale Power Point e la standardizzazione di un formato che sia comune a tutti i partner. Dare più importanza ai contenuti visivi, come immagini o schemi, per facilitarne la comprensione.

Un altro aspetto importante di cui si è parlato è quella di fornire una certificazione a tutti i partecipanti. Che certifichi l’apprendimento grazie a dei questionari presenti alla fine di ogni modulo.

In conclusione, l’ultimo giorno i partner hanno proposto di ampliare il progetto fornendo la possibilità agli insegnanti di stampare esercizi già realizzati, studiati dai partner esperti in modellazione 3D, CEIPES, ETIC, UNINETTUNO, WSEI. Questi oggetti 3D rientrano in esercizi utili per l’insegnamento nelle materie scolastiche di Scienze, Ingegneria, Matematica, Arte, Architettura, Fisica e altri esercizi utili per gli studenti con DSA.

A nome di tutto il CEIPES, siamo molto orgogliosi di come il progetto è stato finora svolto. Il JSTE è stato davvero utile, perchè ci ha dato l’opportunità di osservare da vicino il grande lavoro svolto dai partner che comunque continueranno ad incontrarsi a cadenza mensile.

Per maggiori informazioni, vi invitiamo a visitare sito web del progetto e la pagina Facebook.

Pin It on Pinterest

Share This