MY SWEET SMART HOME

Una tavola rotonda sui problemi di udito e le tecnologie per la casa intelligente

 

Il 21 novembre 2022, presso la sede del CEIPES, si è tenuta la tavola rotonda sulle disabilità uditive e le tecnologie Smart Home per il progetto MY SWEET SMART HOME (2021-1-DE02-KA220-VET-000033058).

Il progetto Erasmus+ mira a creare corsi di formazione su una piattaforma elettronica di apprendimento interattivo, i cui contenuti riguarderanno l’installazione di varie tecnologie domotiche nell’ambiente domestico. L’obiettivo del progetto è generare nuove opportunità e possibilità per le persone con disabilità e bisogni speciali per vivere una vita autonoma, sicura, sana, confortevole e stimolante.

Il progetto analizza i bisogni di diversi tipi di disabilità, tra cui sindrome di Down, cecità e disabilità visiva, ipoacusia, distrofia muscolare, morbo di Alzheimer, fibrosi cistica e malattia renale.

Nell’ambito di questo progetto, al fine di raggiungere gli obiettivi prefissati, il CEIPES ha organizzato una tavola rotonda, volta a comprendere in modo specifico le esigenze e i problemi del gruppo target di cui dovremmo tenere conto per sviluppare al meglio i risultati del progetto, in questo caso persone con problemi di udito.

A tale scopo, sono state riunite persone che hanno fornito punti di vista diversi sui bisogni e sui problemi che soffrono le persone con problemi di udito nelle loro case. Ai project manager del CEIPES si sono uniti esperti del settore del design e della domotica, persone con problemi di udito, consiglieri di un’associazione di sordi di Palermo, e un traduttore della lingua dei segni.

È stata un’esperienza molto arricchente per tutti i gruppi, poiché sono state scambiate idee sulle possibili soluzioni tecnologiche ai bisogni espressi dagli utenti con disabilità uditive. Un esempio potrebbe essere una band che traduce i suoni in vibrazioni, schemi di vibrazioni fatti di frequenze o un hardware che cattura i bisogni dell’ambiente e li invia su dispositivi mobili, tra gli altri.

Al termine della tavola rotonda, i partecipanti sono giunti a una conclusione condivisa: nel mondo della domotica e delle soluzioni per la smart home è necessario iniziare a pensare a strumenti e strumenti fruibili e accessibili da tutti.

Per rimanere sempre aggiornati sulle attività e novità del progetto, visita la pagina Facebook, LinkedIn e il sito.