Il 29 ottobre, si è svolta presso l’ “I.C.S. Monsignor Gagliano” di Altavilla Milicia (PA) la fase pilota del progetto 3D4KIDS che ha visto coinvolti 80 studenti delle classi II e 8 insegnanti di diverse materie. Questi hanno avuto l’opportunità di testare in esclusiva i nuovi strumenti e le metodologie sviluppate dai partner del consorzio 3D4KIDS, durante l’implementazione del progetto.

Durante il test, gli esperti di stampa 3D del CEIPES hanno dato alcune informazioni tecniche riguardanti l’uso della stampa 3D e hanno spiegato, inoltre, il grande potenziale che questa nuova tecnologia possiede sia dal punto di vista dell’insegnamento che dell‘apprendimento.

In particolare, gli studenti e gli insegnanti hanno testato gli esercizi 3D, la metodologia appositamente sviluppata per la fase pilota e la piattaforma in cui sono stati raccolti tutti i modelli e gli esercizi 3D sviluppati dai vari partner in collaborazione con le scuole europee.

Studenti ed insegnanti, inoltre, hanno anche avuto l’opportunità di sperimentare in modo pratico con la stampante 3D, attraverso una sessione pratica di stampa di un nuovo oggetto tridimensionale.

Grazie al feedback ricevuto, i project manager di Ceipes hanno avuto la conferma che è possibile sviluppare un nuovo tipo di lezione che integra ai metodi tradizionali, ovvero le lezioni frontali, i nuovi strumenti didattici sviluppati dal consorzio. In tal modo le attività di apprendimento diventano ancora più interessanti. D’altro canto, si è potuto testare che la manipolazione tattica degli oggetti stampati è stata molto utile per i bambini con disturbi specifici dell’apprendimento.

Gli studenti che hanno partecipato alla fase pilota, erano molto entusiasti dell’attività svolta riconoscendo del potenziale nell’uso di questo tipo di tecnologia durante la lezione e hanno dato a Ceipes dei feedback grazie ai questionari di valutazione iniziale e finale che hanno compilato.

Ora, lo staff del Ceipes sta lavorando ai risultati del test per comprendere in profondità i punti di forza e di debolezza del progetto e migliorare gli strumenti creati.

Il progetto 3D4KIDS mira a promuovere l’uso delle stampanti 3D nelle scuole secondarie. È un progetto finanziato dalla Commissione europea nell’ambito del programma Erasmus+, azione chiave 2 (partenariati strategici per l’innovazione e lo scambio di buone pratiche).

I partner che stanno lavorando al progetto sono: Furness Academy (Regno Unito), IES José Luis Castillo-Puche (Spagna), Srednja šola za oblikovanje Maribor (Slovenia), CEIPES (Italia), CETEM (Spagna), STYRIAN TECHNOLOGY PARK (Slovenia), Pristálica (Spagna).

Per ulteriori informazioni sul progetto, è possibile seguire la pagina facebook e la pagina twitter del progetto.

Pin It on Pinterest

Share This