3D4ELDERLY – L’Evento Moltiplicatore Italiano

Il 23 e 27 settembre 2022, l’Evento Moltiplicatore del progetto 3D4Elderly (co-finanziato dal Programma Erasmus+, 2020-1-LT01-KA204-077896, KA202) si è tenuto, organizzato dal CEIPES, presso la sede del centro  Si.Da, a Palermo.

3D4ELDERLY – “La stampa 3D per creare percorsi di apprendimento innovativi per operatori sanitari e membri del personale che si occupano di persone con Alzheimer e anziani con demenza” è un progetto sostenuto dalla Commissione Europea attraverso il programma Erasmus+, Azione Chiave 2 –  Partnership strategica per l’educazione degli adulti.

Il progetto mira a creare percorsi di apprendimento innovativi che aumentino la qualità del lavoro di caregiver e membri del personale che si occupano di persone con Alzheimer e anziani con demenza, elevando la qualità della vita dei pazienti utilizzando la tecnologia 3D.

L’uso della stampa 3D aiuterà queste persone offrendo loro un’esperienza multisensoriale grazie agli strumenti creati. Questa tecnologia può essere utile per supportare metodi visivi, tattili e terapeutici. L’esperienza pratica e questa tecnologia aiuteranno la persona a ricevere un’infinità di richieste che hanno un’azione diretta sulle aree cerebrali legate agli istinti e ai sensi, con effetti positivi sulla sfera cognitiva e relazionale.

Durante l’evento, chiamato “Alzheimer e tecnologie 3D”, CEIPES ha presentato il progetto, le sue finalità, obiettivi, nonché i risultati raggiunti, e ha parlato della fase di sperimentazione svoltasi presso la “Casa di Riposo Sacchini” di Alcamo (TP). Lo staff del CEIPES ha infatti invitato il partner associato coinvolto. Le due direttrici del centro Si.Da Daniela Leto e Simona Valenti hanno parlato del centro polifunzionale e della loro esperienza, e il presidente dell’organizzazione “A Casa di Nina”, Fabio Conigliaro, ha parlato di educazione per adulti disabili con malattia di Alzheimer e portatori di handicap soggetti con disagio psicologico. Il CEIPES ha quindi presentato i 17 esercizi progettati e realizzati durante la durata di vita del progetto.

Il pubblico ha risposto positivamente: tutti i partecipanti hanno mostrato grande interesse per la prospettiva innovativa adottata dal progetto. Il pubblico ha aumentato la propria consapevolezza della stampa 3D come supporto per i malati di Alzheimer e si è interessato alle attività implementate durante il progetto.

Per conoscere di più sul progetto, le attività svolte e i risultati, visita il sito, le pagine social su: Instagram , Twitter, LinkedIn e Facebook.