Appuntamento mercoledì 15 luglio alle 18.30 a piazza Castelnuovo. Un incontro, dedicato alla memoria di Carmela Petrucci, per contrastare la violenza di genere

PALERMO – “Perché le donne non debbano più pagare con la vita la scelta di essere sé stesse e non quello che i loro partner, gli uomini o la società vorrebbero che fossero”. È questo il senso di “Nessuno tocchi Rosalia” l’evento che dice “no” alla violenza sulle donne. In onore della Santa patrona, infatti, l’associazione Le Onde Onlus, insieme al Coordinamento Antiviolenza 21 luglio, rinnova per il terzo anno consecutivo l’appuntamento di mercoledì 15 luglio. A partire dalle 18.30 l’asfalto di piazza Castelnuovo diventerà una lavagna dove poter disegnare tante sagome di donna, quante sono le vittime di femminicidio di quest’anno. Ai partecipanti il compito di posare su queste dei fiori.

Un incontro che permetterà alla città di prendere una ferma e decisa posizione contro la violenza di genere. Quest’anno, in modo particolare, “Nessuno tocchi Rosalia” è dedicato alla memoria di Carmela Petrucci, la ragazza che perse la vita nell’androne di casa nell’ottobre 2012, per difendere la sorella Lucia dalle molestie dell’ex fidanzato. Una dedica non casuale dato che il 17 luglio è attesa l’ultima udienza del Processo d’appello per la sentenza di secondo grado nei confronti di Samuele Caruso. A sostegno della famiglia, l’associazione Le Onde Onlus, che da venti anni si occupa a Palermo del contrasto alla violenza di genere verso le donne e verso le bambine e i bambini, si è costituita parte civile nel processo, come il Comune di Palermo e la famiglia. La partecipazione all’evento è assolutamente libera. Per avere maggiori informazioni è possibile consultare l’evento su Facebook (http://www.facebook.com/events/1683255728570886/). (il)