Nome progetto: On the move. Experiential education for social inclusion

Durata: 8 mesi, dal 15-05-2018 al 14-01-2019

Ente capofila: CEIPES (Italia)

Organizzazioni partner: Active Youth Association (Lituania), NGO “Non-formal education for youth” (Ucraina), BELARUSIAN YOUTH PUBLIC UNION NEW FACES (Bielorussia), Georgian Organisation of The Scout Movement –Scouts of Georgia (Georgia), Votsis Youth in Action Club (Grecia), CEIPES Armenia (Armenia), CEIPES TURKIYE (Turchia), Fundacja Instytut Aktywizacji i Rozwoju Spolecznego (Polonia), Economeq (Romania).

Finanziato da: ERASMUS + KA1 – Learning Mobility of Individuals Youth mobility

Num. Progetto: 2018-1-IT03-KA105-013490

Il progetto “On the move. Educazione esperienziale per l’inclusione sociale” è un corso di formazione per operatori ed educatori giovanili, organizzazioni ed istituzioni interessate a professionalizzare il loro lavoro con i giovani a rischio di esclusione specializzandosi nell’educazione all’aria aperta. Il corso si svolgerà dal 12 al 20 settembre 2018 nella località di Serra Guarnieri, in provincia di Palermo, con 22 partecipanti più lo staff di 10 paesi partner: Italia, Bielorussia, Lituania, Armenia, Romania, Grecia, Georgia, Ucraina, Polonia .

Durante il training i partecipanti svilupperanno e approfondiranno le loro conoscenze per supportare i giovani esclusi nello sviluppo di competenze di leadership, comunicazione e lavoro di squadra, espandendo la loro zona di comfort e sviluppando  un atteggiamento proattivo e salutare nella comunità e rinnovando il loro contatto con la natura. È stato dimostrato che l’educazione all’aperto può essere particolarmente efficace quando si tratta di giovani a rischio di esclusione. L’educazione outdoor crea dei contesti specifici che facilitano il processo di apprendimento. È un approccio olistico, nel senso che richiede il coinvolgimento dell’intera persona dei partecipanti ( a livello fisico, emotivo, intellettuale e spirituale).

Il concetto di Outdoor Education può essere riassunto nel seguente modo:

  • Relazione con te stesso attraverso la sfida.
  • Relazione con gli altri attraverso esperienze di gruppo e processi decisionali condivisi.
  • Relazione con l’ambiente naturale attraverso l’esperienza diretta.

L’Outdoor Education crea sfida, divertimento ed esperienza, che sono gli elementi chiave di cui i giovani hanno bisogno nel loro processo di apprendimento. Pertanto, più sensi vengono utilizzati durante il processo di apprendimento, maggiore è la possibilità che l’apprendimento sia profondo. Questo è il motivo per cui crediamo che l’educazione all’aperto sia uno strumento efficace per l’apprendimento, specialmente per le persone a rischio di esclusione sociale, poiché coinvolge più sensi nel suo processo. L’Outdoor Education è stata sviluppata da Kurt Hunt e Outward Bound per oltre 80 anni, una delle basi teoriche dell’O.E. è il ciclo di apprendimento esperienziale di David Kolb (Kolb 1984).

L’obiettivo principale del progetto è sviluppare le competenze degli animatori giovanili nell’inclusione dei giovani socialmente a rischio attraverso un’educazione esperienziale basata sul contatto con la natura.  

Gli obiettivi specifici che ci proponiamo:

– responsabilizzare gli animatori giovanili attraverso conoscenze e strumenti, metodi di formazione pratica e sessioni di coaching per l’inclusione di giovani svantaggiati attraverso l’educazione all’aperto

– aumentare il coinvolgimento dei giovani a rischio di esclusione sociale attraverso il loro coinvolgimento nei progetti per i giovani e l’apprendimento esperienziale

– Creare uno spazio per lo scambio di esperienze tra organizzazioni partner e ampliare la conoscenza e l’applicazione di metodologie per l’inclusione sociale attraverso attività all’aperto in Europa.

Un elemento importante del corso sarà lo sviluppo personale, il rafforzamento della fiducia in se stessi e lo spazio per le riflessioni personali. Come risultato finale verrà anche elaborata una guida con metodologie di educazione all’aria aperta e di coaching nello youth work. I partecipanti al progetto useranno queste linee guida per coinvolgere i giovani in attività all’aperto a livello locale, in particolare quelli socialmente esclusi oa rischio di esclusione.

Pin It on Pinterest

Share This