Aprile è stato l’ultimo mese di attività per il progetto “SPOTI – Putting the unheard gender in spotlight ” n. 2019-1-DE02-KA204-006446. Il progetto cofinanziato dal programma Erasmus+ KA2 – Cooperation for Innovation and the Exchange of Good Practices, realizzato da un vasto partenariato coordinato dall’associazione P4Q (Germania) e composto dalle seguenti associazioni che hanno lavorato insieme al CEIPES: l’associazione socio – culturale Sfantul loan Botezatorul Berbesti (Romania), PUZZLE (Grecia), Centro educativo WSBINOZ (Polonia), SSF – Solidaridad Sin Fronteras (Spagna), centro educativo pubblico di Gebze  (Turchia), ISSSP – “Ensino Superior” cooperativa educativa di servizio sociale (Portogallo).

Il progetto ha avuto inizio nel novembre 2019 e il partenariato ha avuto l’opportunità di incontrarsi fosicamente nel gennaio 2020 ad Atene durante il kick-off meeting. Purtroppo, quella è stata la prima e ultima occasione di incontro in presenza a causa della pandemia dovuta al Covid 19. Nonostante le difficoltà il consorzio è riuscito in modo eccellente a portare avanti le attività del progetto organizzando incontri mensili mantenendo tutta la rete molto unita durante l’intera durata del progetto.

L’obiettivo principale del progetto è stato quello di approfondire il ruolo degli uomini nelle questioni di genere, studiando le pratiche dei diversi paesi coinvolti. Le attività più importanti per condividere e scambiare le buone pratiche tra i partner sono state le attività di Learning Teaching Training e i webinar organizzati dai partner.
Durante queste attività delle associazioni esterne hanno avuto l’opportunità di spiegare il proprio lavoro grazie a dei momenti di dibattito abbiamo avuto l’opportunità di scoprire come coinvolgere maggiormente gli uomini uomini nelle questioni di genere.

Il consorzio si è interrogato più volte sul ruolo degli uomini nelle questioni di genere, grazie all’uso di strumenti online per generare brainstorming interattivi e workshop durante i quali l’argomento è stato esplorato molto a fondo. Tra i punti di discussione più importanti: combattere gli stereotipi di genere legati al background culturale di appartenenza; concentrarsi sulla mascolinità che porta tossicità ad una sana relazione tra uomo e donna.

Le attività del progetto SPOTI sono state molto coinvolgenti e grazie al forte senso di collaborazione creatosi, il partenariato prenderà in considerazione nuove e future occasioni per lavorare insieme esplorando in modo più profondo il tema degli uomini nelle questioni di genere.