STEMSiL – Il meeting a Salonicco per continuare a promuovere le STEM nell’educazione dei sordi

Il consorzio del progetto Erasmus+ STEMSiL si è riunito per la quarta volta per sviluppare e implementare pratiche e risorse educative per rendere le materie STEM più coinvolgenti e accessibili agli studenti sordi. Sfruttando le competenze di un consorzio eterogeneo, il progetto continua ad affrontare il divario di competenze nei settori STEM e a ispirare la prossima generazione di esperti STEM, scienziati, ingegneri e tecnologi.

Il quarto meeting di Salonicco, ospitato dalla KENG tra il 27 e il 28 giugno, è stato un palcoscenico per i membri del consorzio per rivedere i progressi del progetto, discutere i prossimi passi e definire le strategie per la consegna dei risultati chiave. I rappresentanti di ogni organizzazione partner hanno contribuito con i loro approfondimenti e aggiornamenti, promuovendo un ambiente collaborativo in cui le idee potevano essere scambiate liberamente.

Uno degli obiettivi principali dell’incontro è stato quello di valutare lo stato di avanzamento dei risultati del progetto. Il consorzio ha fatto passi da gigante rispetto all’incontro precedente, con diverse pietre miliari raggiunte e nuove all’orizzonte. Il team ha lavorato alla progettazione del manuale STEMSiL, che integra metodi di insegnamento innovativi e applicazioni reali, con l’obiettivo di rendere le materie STEM più relazionabili e coinvolgenti per gli studenti sordi.

Inoltre, è stata sviluppata una piattaforma digitale all’avanguardia per fornire a studenti e insegnanti l’accesso a un’ampia gamma di risorse STEM. Il consorzio si è anche concentrato sulla costruzione di forti legami con le comunità locali e le parti interessate, coinvolgendo nel progetto STEMSiL gli studenti sordi e i loro familiari, gli insegnanti, gli interpreti della lingua dei segni e i responsabili politici, per garantire un approccio olistico all’istruzione STEM.

In prospettiva, il consorzio ha delineato alcuni passaggi chiave per garantire il continuo successo del progetto, pianificando la finalizzazione del manuale STEM e la conduzione di co-laboratori e test pilota nelle scuole, utilizzando il feedback di questi ultimi per apportare le modifiche e i miglioramenti necessari. La piattaforma digitale sarà lanciata nei prossimi mesi, con particolare attenzione all’usabilità e all’accessibilità. Inoltre, saranno condotti un monitoraggio e una valutazione continui per valutare l’impatto del progetto e identificare le aree di ulteriore miglioramento.

Per rimanere aggiornati, visitate il sito web del progetto e seguite il progetto su Facebook, Instagram, X and TikTok

Share This