RADIO THEATER – Il terzo training course: Radio Performance Training

Il 27 e 28 gennaio e il 7 e 8 febbraio si è tenuto il terzo  training del progetto Radio Theater, con il nome: “Radio Performance Training”. Il workshop si è tenuto interamente online, sulla piattaforma Zoom, e si è focalizzato su tematiche importanti per il progetto: il valore della comunicazione sociale, la storia della radio, la differenza tra radio e podcast e come sono correlati, lo sviluppo di un episodio pilota di una serie podcast.

Il primo giorno, il focus è  stato principalmente sulla comunicazione: i partecipanti hanno appreso come funziona e qual è il vero significato della comunicazione sociale; poi, hanno appreso alcune nozioni sulla radio e sui podcast: cosa sono, i generi, cosa potrebbero fare. L’ultima parte della giornata è stata dedicata alle attività di team building e di time scheduling, entrambe fondamentali per lavorare in team production. Il secondo giorno è stato incentrato sul concetto di “orologio di trasmissione” (un modello che mostra il formato orario di una televisione o di una radio in una rappresentazione grafica di un orologio), incluso un esercizio in cui i partecipanti dovevano costruiire il proprio orologio. I partecipanti hanno, poi, appreso preziosi dettagli sull’attrezzatura in uno studio di registrazione e hanno cercato di concentrarsi sugli esercizi di vocalizzazione, respirazione e ortografia. L’ultima parte della giornata è stata dedicata a un esercizio che si proponeva di introdurre i partecipanti alla dimensione podcast: dovevano simulare un’intervista, lavorare insieme in gruppi separati e parlare di determinati argomenti. Il terzo giorno si è incentrato sulla musica: la prima parte è stata dedicata alla differenza tra podcast live e edit (con alcuni esempi); nella seconda parte della giornata, i partecipanti hanno imparato ad utilizzare le piattaforme royalty-free esistenti sul web e hanno scoperto come mettere in relazione la musica con le emozioni, scegliendo la colonna sonora perfetta per i loro podcast e tenendo presente come ritmo e sincronizzazione siano aspetti cruciali per adattare la musica alla parte parlante. L’ultimo giorno è iniziato con la presentazione di casi studio: un esempio di podcast modificato in locale  (Palermo Centro Tau ANG in Radio- Iammonline podcasts)  rispetto a uno locale dal vivo (ANG in Radio – CEIPES – Youth is in the air) e un podcast narrativo internazionale (Invisibilia).

La maggior parte della giornata si è concentrata sull’esercizio finale: i partecipanti hanno dovuto simulare un episodio pilota di un podcast dal vivo, lavorando in gruppo e utilizzando tutte le nozioni apprese nei giorni precedenti di formazione. L’esercizio è durato circa un’ora e mezza.

La formazione è stata un’occasione importante per imparare cose nuove e per metterci alla prova nel realizzare un podcast da zero. I podcast stanno diventando sempre più popolai al giorno d’oggi e sono uno strumento utile per poter esprimere le nostre opinioni e parlare di passioni, argomenti e novità con la possibilità di ascoltare le puntate on demand.

L’esperienza è stata preziosa e divertente ma anche istruttiva: tutti hanno contribuito a rendere questi giorni indimenticabili.

Leggi di più sul progetto nelle sue pagine ufficiali: Instagram e Facebook.