ONE MORE CHANCE – I partner si incontrano a Barcellona

Il 27 e 28 giugno il Club Lluita Olimpica La Mina ha ospitato a Barcellona il terzo meeting transnazionale del progetto One More Chance, che mira a migliorare l’inclusione sociale dei rifugiati attraverso le attività sportive.

Durante il primo giorno di incontro, l’intero consorzio ha visitato il quartiere La Mina di Barcellona, ​​uno dei più problematici della città, e ha conosciuto da vicino una realtà sportiva che dagli anni 2000 si batte attivamente per offrire migliori opportunità di vita ai giovani attraverso la pratica di sport: il club di wrestling La Mina. I partner hanno anche avuto l’opportunità di frequentare l’allenamento di wrestling greco-romano.

Durante la seconda giornata del meeting, i partecipanti provenienti da Spagna, Italia e Grecia si sono recati al CAR – Centro de Alto Rendimiento – di Barcellona, ​​​​un centro di performance sportive dove trascorrono la loro vita giovani atleti ad alto potenziale provenienti da diversi sport. In queste straordinarie strutture si è tenuta la conferenza finale del progetto OMC. Durante l’evento, a cui hanno preso parte diversi attori locali, ADIC ha illustrato il modello teorico volto a promuovere l’inclusione sociale dei giovani con un background migratorio attraverso attività sportive, sviluppato dal consorzio durante il ciclo di vita del progetto.

Il CEIPES poi, rappresentato dall’allenatore di calcio Maria Iole Volpi, ha presentato la Piattaforma E-Learning Online del progetto. Il principale risultato del progetto è infatti la piattaforma e-learning OMC, all’interno della quale il Consorzio ha caricato: programmi delle lezioni, video di formazione, attività pratiche e interviste a sportivi e allenatori esperti incentrati sulla dimensione sociale dello sport.

Per saperne di più sullo sport come strumento di inclusione e integrazione sociale, visita il platform.

Non perdere le altre novità del progetto, visitando il sito e la pagina Facebook.