Nei giorni 6 e 7 aprile 2019, a Monaco in Germania, si è svolto “Train the trainers”, un training organizzato nell’ambito del progetto “OaC: my goal”, di cui il CEIPES è partner insieme all’Università degli Studi di Palermo e diverse altre organizzazioni e università di numerosi paesi europei (Svezia, Polonia, Germania, Grecia e Italia), e che ha avuto come obiettivo quello di formare e guidare allenatori ed esperti dell’attività fisica alla creazione di programmi di esercizi e attività motorie “outdoor”, rivolti a persone che hanno o hanno avuto a che fare con il cancro. L’idea di questo bellissimo progetto nasce proprio in Germania grazie a Petra Thaller, autrice del libro “Outdoor against Cancer”, una donna che ha combattuto con tutte le sue forze questa orribile malattia, riuscendo a sconfiggerla anche e soprattutto grazie alla pratica dell’attività motoria. Il messaggio che il progetto vuole lanciare, infatti, è proprio quello: l’attività fisica, preferibilmente outdoor, può rivelarsi essere un’importantissima fonte di miglioramento delle condizioni di salute delle persone malate di cancro. Può aiutarle fisicamente e psicologicamente ad attraversare la malattia e ad uscirne vincitori! L’idea di OaC, che oltre ad essere il nome del progetto è anche un’associazione tedesca fondata proprio da Petra, è quella di edificare un pensiero comune in ogni nazione, partendo da quelle di provenienza dei partner progettuali, che si basi sull’importanza dell’attività fisica come metodo di cura e prevenzione delle ricadute, da affiancare al percorso terapeutico di questi pazienti e che li accompagni, superata la malattia, verso la solidificazione di uno stile di vita improntato sul benessere fisico e psichico. I prossimi eventi progettuali, che si svolgeranno in tutti i Paesi partner, sono volti a sensibilizzare le persone malate di cancro e i cosiddetti “survivors” ma anche le loro famiglie e i loro amici che svolgono un ruolo di fondamentale importanza nelle loro vite. Altri eventi saranno rivolti, nuovamente, alla formazione di tutti quegli allenatori ed esperti dell’attività motoria che vorranno formarsi ed implementare questo genere di attività sul territorio o semplicemente prevederli nei loro corsi e a cui verrà rilasciato un certificato che attesti le loro capacità in tal senso. Insomma, OaC non è soltanto un progetto a breve termine, data la sua chiusura nel 2020 ma è, soprattutto, la creazione e consolidazione di un nuovo concetto di superamento della malattia in affiancamento alle cure terapeutiche, che diverrà via via autosostenibile ed entrerà a far parte, spontaneamente, del pensiero comune. Il CEIPES è lieto di far parte di questa bellissima squadra! Tutti gli aggiornamenti sul nostro sito e sulle nostre pagine social.

Pin It on Pinterest

Share This