LET’S TALK ABOUT CHILDREN – Un incontro cruciale a Milano

Dal 12 al 13 giugno, Milano ha ospitato un incontro fondamentale per il progetto Let’s Talk About Children In Europe (LTC), organizzato dall’Ospedale Niguarda e dall’associazione Contatto. Hanno partecipato tutte e tredici le organizzazioni partner, unite nella missione di promuovere la salute mentale dei bambini e prevenire potenziali problemi attraverso l’intervento LTC, basato su prove di efficacia.

Let’s Talk About Children (LTC) è un intervento a breve termine progettato per migliorare la salute mentale dei bambini, soprattutto durante le avversità. L’incontro di Milano si è concentrato su temi chiave, tra cui gli aggiornamenti sulle attività di formazione e sui workshop di ciascuna organizzazione partner. I partner hanno condiviso le loro esperienze, i metodi e i risultati iniziali, garantendo coerenza e qualità nell’attuazione del progetto.

L’incontro ha anche evidenziato momenti di ispirazione, con la condivisione da parte dei partner di immagini e storie che hanno messo in evidenza la dedizione dei formatori e l’impatto positivo sui partecipanti. Le discussioni hanno riguardato le unità e i professionisti formati, le sfide culturali e le soluzioni, favorendo una più profonda comprensione della sensibilità culturale nello sviluppo della LTC.

CEIPES ha condiviso il percorso di 13 operatori formati in Sicilia, provenienti dai settori della salute mentale e dell’istruzione, dimostrando notevoli progressi.

Tra gli step futuri discussi, un aggiornamento sugli operatori, i formatori e le famiglie raggiunte e la preparazione del rapporto intermedio per la Commissione Europea.

L’incontro di Milano è stato una pietra miliare, in grado di offrire spunti per dare forma alle prossime fasi del progetto. CEIPES rimane impegnato a promuovere la salute mentale dei bambini, contribuendo al successo del progetto e ad avere un impatto duraturo sulle famiglie siciliane.

Per ulteriori informazioni sulle fasi successive del progetto, visitate il sito web di Let’s Talk About Children In Europe e seguite le pagine dei social media del progetto su XFacebook.

Share This