Il 20 Marzo 2020 si è svolto l’ultimo meeting del progetto E3D+VET.

Questa volta i partner, impossibilitati a viaggiare a causa del COVID-19, si sono riuniti in una conference call su Skype.

E3D+VET è un progetto che vede coinvolti sei partner provenienti da diversi paesi europei: CEIPES (Italia), CETEM (Spagna), STP (Slovenia), Pristálica (Spagna), KIT (Germania) e SEMKA (Germania), finanziato dalla Commissione europea nell’ambito del programma Erasmus+, Azione chiave 2 (Partenariati strategici per l’innovazione e Scambio di buone pratiche).

L’obiettivo principale di E3D+VET è formare gli insegnanti puntando sull’acquisizione di competenze di modellazione CAD e di stampa 3D in modo tale che queste possono essere implementate durante la didattica tradizionale. L’uso di questa tecnologia all’interno delle scuole secondarie migliorerà le abilità trasversali educative degli studenti.

Durante l’incontro sono state svolte numerose attività, ed in particolare sono stati presentati tutti i i risultati del progetto.

Il meeting ha avuto inizio con la presentazione del coordinatore KIT che ha realizzato una breva introduzione alla gestione manageriale e finanziaria del progetto.

Tale presentazione è stata seguita da quella del CEIPES in cui sono stati mostrati i risultati delle attività di promozione e disseminazione svolte durante tutta la durata del progetto.

STP, ha presentato le varie attività, che sono state implementate e che saranno realizzate, riguardanti la protezione dei risultati ottenuti mentre CETEM ha realizzato una panoramica generale sulla qualità ottenuta del progetto e la gestione dei rischi avuti durante l’intera implementazione.

In un secondo momento lo staff del CEIPES ha presentato i risultati delle 2 fasi pilota, svolte sia in Italia che in Germania, nelle diverse scuole e associazioni coinvolte nel progetto. Subito dopo SEMKA ha mostrato le metodologie di convalida dei risultati del progetto all’interno del proprio sistema scolastico.

In seguito, lo staff di STP ha dato ai partner presenti una panoramica generale dei 3 webinar svolti durante l’ultimo periodo di implementazione del progetto.

Negli ultimi 30 minuti i partner grazie ai manager di CETEM hanno lavorato attivamente su alcune proposte per poter garantire la sostenibilità di E3D+VET anche dopo la fine di esso.

Infine, i partner si sono salutati ed hanno espresso il proprio entusiasmo nell’aver portato a termine tutte le attività con passione e dedizione.

Gli strumenti creati, infatti, serviranno attivamente per implementare la tecnologia di stampa 3D all’interno delle scuole e per fornire competenze tecniche agli insegnanti.

Per ulteriori informazioni sul progetto, potete visitare il sito Web e le pagine Facebook e Twitter di E3D+VET.

Pin It on Pinterest

Share This