Nome del progetto: Sport identity, enhancing citizenship education through sport

Durata: da Dicembre 2018 fino a Novembre 2020 

Ente promotore: Creps ile de France

Altri partner: CEIPES (Italia), CSI (Italia), Asvo Salzburg (Austria), CAI (Portogallo)

Website: N/A

Finanziato da: Erasmus+ Program KA2 – Strategic Partnerships in field of youth- Cooperation for innovation and the exchange of good practices

Dal 23 al 25 Gennaio 2019 a Chatenay-Malabry si è svolto il kick off meeting del progetto “Sport Identity”. Tale iniziativa è finanziata dalla Commissione Europea mediante il programma Erasmus+ (KA2), e vede la creazione di un partenariato strategico al fine di realizzare una cooperazione atta alla creazione di innovazione sul tema della prevenzione alla radicalizzazione sociale per mezzo dello sport.

Il partenariato, che lavora sinergicamente al progetto, è composto da:

CSI (Italia), Asvo Salzburg (Austria), CAI (Portogallo) e il CEIPES (Italia).

Le giornate del meeting sono state coordinate dall’ente francese Creps ile de France, un centro sportivo che lavora sotto la supervisione del Ministero dello Sport francese. La sua “mission” è quella di garantire alti livelli di preparazione per gli atleti e si occupa anche di osservazione, ricerca, implementazione e disseminazione di conoscenze.

L’obiettivo del progetto “Sport Identity” è quello di incrementare le conoscenze e sviluppare un’educazione alla cittadinanza attraverso i valori sportivi al fine di prevenire il rischio alla radicalizzazione violenta fra i giovani.

Per questo, il progetto sottolinea come lo sport possa essere uno strumento per garantire una maggiore partecipazione di tutti i giovani alla vita democratica e civile di un paese, sottolineandone la diversità, il dialogo interculturale e interreligioso. Inoltre, vuole promuovere dei valori che sono comuni a tutta l’Europa, come la libertà, la tolleranza e il rispetto dei diritti umani, sviluppando la resilienza degli attori sociali.

I tre giorni di meeting si sono svolti secondo quanto stabilito dall’agenda: l’ente promotore ha spiegato i contenuti del progetto sottolineandone gli strumenti attraverso i quali i partner possano raggiungere gli obiettivi. I partner per introdurre le loro realtà organizzative hanno spiegato, in maniera plenaria, quali progetti sportivi sono stati realizzati negli ultimi tempi e in che modo questi si possano collegare a quanto c’è da realizzare all’interno del progetto “Sport identity”.

I giorni seguenti sono stati caratterizzati dalla presentazione degli “intellectual output” e dalla presentazione e definizione dei profili burocratico-amministrativi. Infine, l’ultimo giorno è stato dedicato alla visita del quartiere “Marais” a Parigi.

La prossima tappa sarà una formazione per youth worker che si terrà a Lisbona (Portogallo) a Giugno 2019.

Per maggiori informazioni, non esitate a contattarci sia tramite il nostro sito web sia tramite la nostra pagina facebook.

Pin It on Pinterest

Share This