Il secondo incontro transnazionale del progetto IOTOAI si è svolto il 31 marzo ed il 28 aprile 2020.

Questa volta i partner del consorzio si sono incontrati tramite una video conferenza Skype a causa dell’emergenza mondiale causata da COVID-19.

Il meeting è stato molto produttivo e si è potuto svolgere grazie a un dettagliato programma realizzato dal coordinatore del progetto e la collaborazione di tutti altri partner.

IoToAI è un progetto che coinvolge partner di diversi paesi europei: Irlanda del Nord, Italia e Spagna ed è finanziato dalla Commissione Europea nell’ambito del programma Erasmus+, Azione chiave 2 (Partenariato strategico per l’innovazione e lo scambio di buone pratiche).

L’obiettivo del progetto IOTOAI è quello di sviluppare un programma formativo specifico e innovativo al fine di rendere al passo coi tempi i profili di lavoratori e studenti.

Grazie a questo progetto, anche l’industria ne trarrà beneficio, poiché i tecnici che parteciperanno al corso avranno la possibilità di applicare le conoscenze acquisite all’interno delle proprie aziende nei dipartimenti dell’ICT. Allo stesso tempo, anche i giovani con un background professionale diverso ne potranno trarre beneficio.

Questo progetto contribuirà a una migliore qualità dell’offerta formativa e sviluppando diversi percorsi per gli studenti degli istituti professionali, attirando così sempre più studenti.

Durante l’incontro i partner hanno discusso le fasi di rilievo del progetto.

Inizialmente, il coordinatore del progetto, BELFAST METROPOLITAN COLLEGE ha accolto con un caloroso benvenuto i partner e ha in seguito discusso le fasi attuative del progetto, riferendosi alla presentazione del responsabile della garanzia della qualità per la verifica dei possibili rischi e che i partner possono affrontare durante il progetto.

In un secondo momento il responsabile dell’IO1 ha spiegato il lavoro svolto finora grazie all’aiuto dei partner.

L’IO1 consiste nella realizzazione di una serie di raccomandazioni da fornire alle autorità politiche in merito al ruolo della tecnologia nella vita di oggi e soprattutto come sia possibile migliorare sia i programmi ICT che SSH grazie alle KET.

Durante l’intervento sull’IO1 i partner hanno invitato una rappresentante del “Centro formativo della Regione di Murcia” – Servizio per l’occupazione e la formazione della regione di Murcia la dott.ssa Gala Isabel Cano  – un’autorità spagnola dell’IFP, mostrandole il lavoro svolto finora e chiedere dei feedback per poter migliorare l’output.

Questo lavoro è stato condotto attraverso un’analisi dettagliata del panorama odierno in Italia, Regno Unito e Spagna.

La terza parte dell’incontro è stata dedicata all’IO2. I responsabili dell’output hanno fornito una chiara spiegazione di come verranno realizzati i curricula professionali nel progetto IoToAI.

I partner hanno discusso in particolare: la definizione dei moduli formativi e risultati di apprendimento, come pianificare e organizzare i corsi di formazione, quali abilità, conoscenze, competenze e metodi di valutazione utilizzare e come sviluppare i materiali didattici e per poi poterli testare.

I partner del progetto si riuniranno nuovamente attraverso una conferenza online il 28 aprile 2020 per fornire ulteriori aggiornamenti sullo stato di avanzamento del progetto.

Nel secondo giorno di meeting, il 28 aprile, Skills Divers, responsabile della qualità e monitoraggio del progetto, ha fornito ai partner un aggiornamento sulla metodologia utilizzata per monitorare la qualità del progetto e successivamente il responsabile della disseminazione CEIPES ha fornito un aggiornamento sulle cifre raggiunte in tutti gli account dei social e sul sito web del progetto.

In un secondo momento, sempre CEIPES ha fornito una panoramica generale sull’IO1 del progetto concentrandosi in particolare sull’IO1A4, un report che contiene raccomandazioni che saranno distribuite alle autorità dell’IFP. Tutti i partner hanno collaborato sinergicamente e, a metà maggio, sarà pubblicato e diffuso come primo risultato del progetto.
Successivamente, i rappresentanti dell’Universidad Politécnica de Cartagena, del Belfast Met College e di SKILLS DIVERS hanno presentato in modo approfondito la progettazione e lo sviluppo del curriculum accademico IO2 – IoToAI VET.

In particolare, in base ai risultati dell’IO1, i partner responsabili dell’IO2 selezioneranno i contenuti formativi più appropriati sotto forma di “Risultati di apprendimento” (LO) nei settori “Internet of Things”, “Intelligenza artificiale” e Cloud Computing che saranno inclusi nei curricula IFP. L’IO2 implementa la progettazione di diversi percorsi formativi per gli studenti target e i profili professionali del progetto. Questo IO stabilisce le linee guida principali per lo sviluppo dell’IO3 – Toolkit per l’apprendimento misto degli argomenti IoToAI nell’IFP.

Durante la spiegazione di IO2 tenuta da Mr. Mathieu Kessler, vicerettore delle ICT, dell’Università di Cartagena, ha presentato alcuni importanti strumenti che i partner possono utilizzare sia per la fase di test che per immagazzinare le risorse online. In particolare, ha presentato un risultato di un progetto Erasmus + chiamato INDIE, dove l’organizzazione coinvolta sta creando una piattaforma di e-learning con una vasta gamma di risorse interattive, tenendo conto anche dell’interoperabilità tra diversi software.

Questa è stata un’ottima occasione per tutti i partner per chiarire alcuni dubbi tecnici sulla piattaforma di e-learning da utilizzare e su come strutturare il corso.
Nell’ultima parte dell’incontro il rappresentante di UPCT ha realizzato una grande panoramica sull’IO3 che, come abbiamo detto in precedenza, è collegata allo sviluppo dell’IO2.

I 2 giorni di meeting sono stati molto produttivi, il consorzio dei partner si incontrerà nuovamente online il 3 giugno 2020 per gli aggiornamenti sull’avanzamento del progetto.

Per ulteriori informazioni, visitare il sito Web del progetto o le pagine social Facebook e Twitter.

Pin It on Pinterest

Share This