Pochi giorni fa si è svolto a Palermo il terzo transnational meeting del progetto “Future+ Future for Children, finanziato dall’Unione Europea per il programma Erasmus Sport, ospitato presso gli uffici del CEIPES, ente partner.

Obiettivo del progetto, improntato sullo scambio di buone pratiche, è quello di promuovere l’inclusione sociale attraverso lo sport per i bambini che vivono nei quartieri disagiati e marginali delle città europee.

La salda partnership che si è fortificata durante questi mesi di attività, è composta dal CEIPES – Centro Internazionale per la Promozione dell’Educazione e lo Sviluppo, dall’associazione greca EILD – European Institute for Local Development, dall’associazione capofila, il “Club Lluita Olimpica La Mina” di Barcellona (Spagna) che, insieme al “Club Gimnastica Gervasio Deferr”, ente partner, porta avanti un importantissimo operato in uno dei quartieri più malavitosi di Barcellona, accogliendo nelle loro palestre tutti i bambini che altrimenti rischierebbero di entrare nel pericoloso circuito della malavita e della marginalizzazione, offrendo loro dei percorsi di allenamento nelle discipline della ginnastica e della lotta, attraverso cui insegnano importanti valori quali il rispetto per l’altro, il lavoro di squadra e il senso di appartenenza, consentendo anche a tutti i bambini che frequentano il Club La Mina, di avere ambizioni importanti. Infatti, sono riusciti a formare campioni olimpici ed europei ed oggi le loro palestre rappresentano un punto di riferimento, oltre che di prestigio, per le famiglie e soprattutto i bambini di quel quartiere.

Lo stesso operato, viene svolto dall’altro ente partner sportivo “ASM – Association Sportive Montferrandaise Clermont-Ferrand” (Francia), un’associazione fondata circa un secolo fa da Marcel Michelin, l’industriale proprietario dell’omonima fabbrica di pneumatici, che adesso offre la possibilità a tutti i cittadini di Clermont-Ferrand e dintorni, di praticare tantissime discipline sportive, come il Rugby di cui sono campioni nazionali, la ginnastica, la lotta e molte altre.

Durante il meeting a Palermo, una delegazione dei partner, si è recata in visita dapprima presso la palestra “Palamangano” di via Leonardo Da Vinci, dove momentaneamente sono ospitati gli allenamenti dei ragazzi della palestra comunale di Atletica Pesante sita nel quartiere di Borgo Nuovo, attualmente in fase di ristrutturazione. Il “Club atletico Antonio Fabra Palermo”, sin dalla sua fondazione nel 1952, abbraccia il panorama sportivo della lotta greco-romana ed ha dato alla luce diversi campioni nazionali ed anche olimpici. Affiliato alla FIGKLAM e gestito dal presidente S. Gozzi e dal vicepresidente e responsabile tecnico degli allenamenti Pippo Fecarotta, anch’egli campione nazionale di lotta greco-romana, il club ed i responsabili, hanno come scopo principale quello di coinvolgere nelle attività sportive i bambini, i giovani e gli adulti del quartiere di Borgo Nuovo, che di certo non manca di particolari difficoltà, tramite le scuole e il passaparola di chi ha scelto di vivere una vita improntata sui valori del rispetto e dell’educazione alla civiltà, che sport come la lotta, sebbene apparentemente non sembri, trasmettono e promuovono.

La stessa delegazione, si è recata subito dopo, presso un’altra importantissima realtà palermitana, la società sportiva “Il Drago e la Tigre Arti Marziali A.S.D.” affiliata alla FITA ed alla FIHAP, fortemente voluta e creata da Rossano Marraro, un cittadino palermitano che, appassionato da molto tempo di arti marziali ed essendo lui stesso istruttore 4° Dan di Taekwondo e Maestro 4° Dan di Hapkido, ha avuto la nobile idea di offrire dei corsi rivolti a bambini, ragazzi e adulti che si svolgono presso una palestra scolastica, nel quartiere Montegrappa-Santa Rosalia di Palermo. Ai partner è bastato partecipare ad una seduta di allenamento di Taekwondo per capire quanto, ormai, i bambini e Rossano, il loro allenatore, siano diventati un vero team, un punto di riferimento gli uni per l’altro, grazie alla pratica dello sport sano e vero, improntato su valori forti come l’educazione scolastica che Rossano tiene a mettere al primo posto nella vita dei bambini e dei ragazzi che allena. Anche loro, grazie alla tenacia di Rossano e dell’equipe degli allenatori, hanno raggiunto alti livelli nell’ambito della competizione sportiva. La società, infatti, vanta adesso numerosi campioni nazionali ed europei.

Il meeting a Palermo ha rappresentato, quindi, un’importante risorsa per tutti i partner che a vicenda arricchiscono le loro conoscenze, tirano fuori nuove idee progettuali e collaborano in maniera coesa ed armoniosa per la riuscita di questo progetto e di molti altri che sicuramente verranno.

Future+ si concluderà a giugno di quest’anno, a Barcellona in Spagna, dove tutti i partner si recheranno per partecipare ad una conferenza durante la quale sarà presentato un manuale la cui stesura è già in corso e che sicuramente potrà essere d’aiuto e d’ispirazione a chiunque approcci il mondo dello sport per i bambini e dell’inclusione sociale attraverso di esso.

Pin It on Pinterest

Share This