ELISA – L’incontro per sostenere l’imprenditorialità nella doppia carriera

Il 21 e il 22 giugno, il consorzio del progetto ELISA:  (662904-EPP-1-2020-1-EL-SPO-SCP) si è riunito a Varsavia per la seconda volta per discutere dei progressi fatti finora. 

Finanziato dal programma Erasmus + Sport – Partnership Collaborativa, il progetto mira a creare una metodologia innovativa per sviluppare capacità imprenditoriali e facilitare la doppia carriera di giovani atleti ed esperti dello sport, come allenatori, membri delle associazioni sportive ed educatori. 

Per raggiungere questo obiettivo, sarà incluso un gioco  Serious Play online, al fine di incoraggiare il gruppo target a essere orientato al business e ad essere autore dei propri processi mentali connessi. 

Infatti, questo metodo prevede l’uso di mattoncini e altri strumenti per potenziare le abilità trasversali, come quelle del pensiero critico e innovativo. 

I partner del progetto, provenienti da Italia, Grecia, Serbia, Slovenia, Polonia e Paesi Bassi, possiedono una forte esperienza nello sport e nell’empowerment delle persone.  

Come primo passo all’interno del progetto, hanno svolto una ricerca qualitativa sulle attuali capacità imprenditoriali di atleti e allenatori/specialisti dello sport, nonché sulla loro opinione su una migliore messa in pratica dell’educazione all’imprenditorialità. 

Il rapporto della ricerca, prodotto dalla National & Kapodistrian University di Atene, è stato discusso durante l’incontro a Varsavia. L’analisi dei dati contribuirà alla progettazione dell’E-game ELISA Sport Serious Play e della Guida metodologica per lo sviluppo della carriera. Per quanto riguarda quest’ultimo, l’IRSiE ne ha presentato il framework, completo di test psicometrici e di carriera. 

Il Consorzio ELISA ha anche iniziato a parlare del piano di capitalizzazione di cui il CEIPES è responsabile, con lo scopo di influenzare i gruppi target e garantire la sostenibilità dei risultati del progetto. 

Inoltre, la partecipazione del CEIPES è stata accompagnata da quella esclusiva di esponenti dell’Accademia Scherma Cremona, il presidente e allenatore Pasquale Capuano con l’apprendista istruttore Filippo Federici. All’interno dell’accademia non è presente solo una forte competenza nel campo, ma anche la visione di promuovere l’inclusione e l’uguaglianza attraverso lo sport. Un esempio attraverso cui questi valori sono messi in pratica, è l’allenamento di atleti disabili.  

Ciò costituisce un motivo in più per cui la loro partecipazione e opinione è molto importante per la metodologia e il progetto, di cui potranno testare i risultati.  

Come prossimi passi, il Consorzio continuerà a lavorare sulla Guida metodologica per lo sviluppo della carriera, mentre il prossimo incontro transnazionale si terrà a Salonicco nel febbraio 2023! 

Per conoscere meglio le attività e tutte le novità del progetto, visita il sito e segui le pagine social: Instagram e Facebook!