Il progetto DIME – Diversity Management and Inclusive Employment for Ethnic minorities and migrants in SMEs and NGOs – è finanziato dal programma REC – Rights, Equality and Citizenship, ed è ispirato dalla volontà di promuovere l’ inclusione lavorativa di migranti, rifugiati e minoranze etniche nei Paesi ospitanti. Il progetto vede la collaborazione di 4 partner provenienti da 4 Paesi diversi: il coordinatore Know and Can (Bulgaria), il CEIPES (Italia), Helsinki Business College (Finlandia) e MIR Akademien (Svezia).

Il 22 marzo 2021, grazie al progetto DIME, il CEIPES ha organizzato il primo focus group del progetto. Quest’attività si è reputata un passaggio necessario al fine di creare un network formato da rilevanti associazioni, organizzazioni e piccole/medie imprese locali. Per di più, il focus group ha dato la possibilità di avere risposte da parte dei datori di lavoro, aspetto necessario per l’organizzazione e lo sviluppo di attività di formazione. Il focus group è stato necessario al fine di poter analizzare come avviene, a livello nazionale, l’inclusione lavorativa di persone con background migratorio.

All’incontro hanno partecipato 10 diversi ospiti appartenenti a ONG (organizzazioni non governative) e imprenditori di diversi settori. Il loro contributo è stato infatti utile per capire quali siano le politiche utilizzate e le barriere che si incontrano in questo percorso di inclusione. Il focus group, che è durato circa tre ore, ha visto un’ampia discussione nata da 6 ampie domande, utilizzate da tutti i partner del Consorzio con l’obiettivo di poter fare una successiva comparazione con gli altri Paesi europei.

Tale lavoro è stato indispensabile al fine di poter redigere il rapporto nazionale sulla gestione della diversità nei posti di lavoro, considerando il punto di vista dei datori di lavoro.

Quest’attività, riprodotta nei quattro Paesi dei partner del progetto, ha come obiettivo quesllo di creare un’analisi comparata dei quattro paesi parte del Consorzio. I risultati della ricerca, i quali sono anonimi permetteranno la redazione di un paper di comparazione che verrà successivamente pubblicato dall’Università di Londra, uno dei più importanti stakeholder del progetto e che sarà fruibile da chiunque voglia avere maggiori risposte sulla tematica.

Il CEIPES sta adesso lavorando alla redazione del report nazionale. Non perdetevi ulteriori news sull’argomento, seguendo i nostri canali FacebookTwitter e Instagram.