Nome progetto: Artinsieme
Durata: 8 mesi
Ente Capofila: CEIPES
Finanziato da: Commissione Europea – Angenzia Nazionale per i Giovani
Azione Chiave: Programma Corpo Europeo di Solidarietà – Solidarity
Numero progetto: 2018-1-IT03-ESC31-015141

Il progetto​ “Artinsieme” si svolgerà a Palermo e durerà da maggio a dicembre 2019. ​ ​E’ finanziato dal programma Corpo Europeo di Solidarietà attraverso il bando “Solidarity” della Commissione europea.

Artinsieme ​proporrà diverse tipologie di iniziative che permetteranno sia a giovani del territorio che​ ​adulti della comunità di intervento di partecipare e fruire delle opportunità proposte. Durante gli otto​ ​mesi previsti verranno proposti laboratori ed iniziative sul territorio ed un evento finale aperto a tutta​ ​la città. Il gruppo promotore proporrà diversi laboratori che utilizzino l’arte come mezzo di confronto, comprensione e dialogo, destinati a gruppi di giovani svantaggiati e non, per favorire il confronto e la​ ​conoscenza dell’altro da sé.

I laboratori verteranno sulle seguenti tematiche: cooperazione e lavoro di​ ​gruppo, dialogo interculturale, sensibilizzazione ai diritti umani. I diversi laboratori utilizzeranno​ ​diverse arti quali: improvvisazione musicale, laboratorio fotografico, danza e movimento​, pittura​ ecc. Inoltre,​ ​verranno proposte iniziative sul territorio aperte a tutte la cittadinanza che utilizzino diverse tipologie​ ​artistiche.

– Biblioteca vivente, con story telling di esperienze particolarmente significative di diverso genere​.​ La Biblioteca Vivente è una vera e propria biblioteca con lettori, bibliotecari ed un catalogo di​ ​titoli. La sua specificità sta nel fatto che i libri sono persone in carne ed ossa che si mettono a​ ​disposizione dei lettori per raccontare la propria vita spesso caratterizzata da esperienze di​ ​minoranza e discriminazione. 

– Incontri di Arte migrante nelle periferie. Arte Migrante (AM) organizza​ ​promuove la cultura dell’inclusione sociale attraverso incontri di condivisione artistico-culturale,​ ​regolari e continui presso l’oratorio Salesiano Santa Chiara nel quartiere Ballarò di Palermo ed in​ ​numerosi altri luoghi. AM nasce dal bisogno di affrontare “dal basso” dinamiche discriminatorie e di​ ​marginalizzazione giovanile tra i partecipanti alle attività delle associazioni, riconoscendo l’arte, in​ ​qualità di linguaggio universale, e i metodi di Educazione non formale essere strumenti generativi ed​ ​efficaci per attivare canali di ascolto e comprensione reciproca tra i giovani, stranieri e autoctoni, in​ ​situazione di svantaggio sociale, culturale ed economico a Palermo.

– Guerrilla artistica.​ ​Riqualificazione di spazi di uso quotidiano attraverso la creatività lasciando un messaggio di​ ​accoglienza della diversità alla città. La guerrilla artistica è un tipo di arte non convenzionale che si​ ​attua nelle strade per lasciare messaggi che possono essere letti ed osservati da tutti, di particolar​e​ impatto visivo, simbolico ed immaginifico.

– Cineforum tematico. Verranno proposte proiezioni di​ ​film/documentari normalmente poco promossi a livello commerciale che interessino tematiche​ ​particolarmente significative a livello sociale, quali la discriminazione, la tutela dei diritti umani, le​ ​migrazioni. Si prevede un evento finale con l’esposizione di illustrazioni/fotografie nello spazio del​ ​Rise – Lab delle diverse attività realizzate e condivisione dei risultati raggiunti, aperto alla​ ​cittadinanza, agli istituti scolastici e a giovani artisti. 

Le attività saranno sviluppate secondo​ ​l’approccio e l’utilizzo dei metodi e degli strumenti dell’Educazione non-formale, in particolar modo​ ​l’apprendimento cooperativo e l’educazione tra pari, basate sul principio che i giovani non sono​ ​​solamente portatori di bisogni, ma anche di competenze, capaci di comprendersi da vicino e di auto-​mobilitarsi reciprocamente attraverso processi di connessione empatica.

Visita la nostra pagina Facebook per restare aggiornato

Pin It on Pinterest

Share This