3D4ELDERLY – “Usare la Stampa 3D per creare percorsi di apprendimento innovativi per caregiver e membri dello staff che si occupano di persone con Alzheimer e anziani con demenza” è finanziato dalla Commissione europea nell’ambito del programma Erasmus +, KA201 – Strategic Partnerships for Adult Education e coinvolge 4 partner di diversi paesi che creano un consorzio: BETI – Viesoji Istaiga Baltijos Edukaciniu Technologiju Institutas (Lituania), CEIPES – CEntro Internazionale Per la Promozione dell’Educazione E lo Sviluppo (Italia), CETEM – Asociacion empresarial de investigacion centro tecnologico del muebley la madera de la region de Murcia (Spagna), ABA – Association Bulgarian Alzheimer.

Questo consorzio è felice di annunciare che è disponibile la seconda linea guida realizzata dal partner CETEM con la collaborazione degli altri partner.

IO1- A2 “Identificazione delle tecnologie di stampa 3D da utilizzare con anziani e persone affette da Alzheimer” è uno strumento importante per il personale (formatori, assistenti, familiari ecc.) che si occupa di persone affette da demenza e malattia di Alzheimer, al fine di comprendere i criteri da prendere in considerazione per scegliere il giusto tipo di stampante 3D.

È necessario capire quanto sia realmente accurata una tecnologia di stampa 3D, quali sono i costi di questa tecnologia, la complessità di utilizzo, i campi di applicazione, gli esempi, ecc. Il risultato di questa analisi viene fornito in questa linea guida, con tre diverse tecnologie di stampa 3D, ovvero: Modellazione a deposizione fusa (FMD), Stereolitografia (SLA), Sinterizzazione laser (SLS).
La linea guida del progetto 3D4ELDERLY mira, tra le altre cose, a formare i caregiver e il personale che lavora con persone affette da Alzheimer e demenza, su come utilizzare una stampante 3D e sulle principali tipologie di tecnologie disponibili sul mercato. A tal fine, quindi, è essenziale l’identificazione delle tecnologie più adatte e migliori per loro e richiede particolare attenzione: processo e descrizione, macchine e materiali, dimensioni di costruzione, precisione e costi.

Alla fine della guida, vengono spiegati i vantaggi della Modellazione a deposizione fusa (FDM), e il motivo per cui questa tecnologia dovrebbe essere identificata come la più adatta ai fini del progetto 3D4ELDERLY.
Quindi, per motivare la scelta, sono ben elencate le ragioni principali e anche i vantaggi della tecnologia FDM.

La stampa 3D è una tecnologia che sta decisamente supportando coloro che si prendono cura delle persone anziane. Il progetto mira a promuovere pratiche innovative a sostegno di un gran numero di caregiver che quotidianamente si prendono cura di persone affette da Alzheimer. Queste ultime hanno bisogno di uno stimolo quotidiano per rallentare il loro decadimento cerebrale, il che è possibile grazie agli esercizi che verranno svolti.

In questo modo, gli individui che vogliono provare a utilizzare la tecnologia della stampante 3D per far vivere una vita migliore a persone affette da Alzheimer o demenza che hanno bisogno di stimoli quotidiani, possono farlo per mezzo di questa nuova tecnologia che offre loro una grande opportunità per migliorare la quotidianità di persone anziane o affette da Alzheimer. A questo proposito, controlla i canali sociali del progetto per rimanere aggiornato nei prossimi mesi su nuovi contenuti creati dal consorzio.

CLICCA QUI SOTTO PER SCARICARE LA GUIDA:

IO1A2 – Identificazione delle tecnologie di stampa 3D da usare con i pazienti con l’Alzheimer e gli anziani con demenza.

Per maggiori informazioni, seguici sui nostri account Facebook e Instagram del progetto.