Dal 8 Marzo  al 5 Aprile, sedici studenti dell’APEPO (dall’Escola Técnica Empresarial do Oeste)  sono venuti a Palermo per un tirocinio di 4 settimane per il Progetto Leonardo da Vinci “Trilhos Europeos” Programma Lifelong Learning della Commissione Europea (2011-1-PT1-LEO01-08153).

Sebbene il soggiorno sia stato breve, il loro passaggio in Sicilia ha lasciato una splendida impronta, al CEIPES, così come in tutti gli altri luoghi di lavoro.

Appena arrivati hanno dovuto fare i conti con i normali  problemi di quando si arriva in un paese completamente nuovo, di cui non consci i luoghi, la lingua, la vita. Ma proprio in questo, i ragazzi sono stati encomiabili riuscendo a gestire perfettamente il periodo di ambientamento, crescendo ed imparando giorno dopo giorno.

Alexandre Henriques,  Cláudia Marques, Patrícia Santos, Rafaela Carvalho, Soraia d’Água e Vanessa Branco hanno lavorato al Grande Hotel delle Terme (http://www.grandhoteldelleterme.it/), dove sono stati ricevuti con grande calore e disponibilità  dallo staff del Hotel. Hanno realizzato un lavoro egregio , tanto che buona parte del personale avrebbe seriamente desiderato di averli come colleghi, stabilmente.

Daniela Azevedo, Joana Anacleto, Carolina Silva e Felícia Marques hanno fato il loro tirocinio alla Biblioteca delle Ballate (http://www.bibliotecadellebalate.org/), una Biblioteca Palermitana conosciuta per le sua attività con i ragazzi del quartiere di Ballarò. Lì, hanno collaborato con le educatrici sviluppando, loghi , temi grafici e partecipando alle attività di lettura con i bambini.

Joel Sousa, Nádia Pereira e Micael Nunes sono stati tirocinanti ad Altraforma (http://www.altraforma.net/), dove hanno sviluppato un progetto  fotografico su Palermo ed hanno collaborato in altri progetti con i clienti, accrescendo le loro competenze sul disegno grafico è sui programmi di disegno digitale.

Juliana Martins, Mariana Pinto  e Mariana Santos hanno conosciuto una nuova realtà lavorando al centro Crescere a Danisinni, dove i bambini e ragazzi meno fortunati vanno a fare delle attività allontanandosi dalla strada, e partecipando alla vita in comune, condividendo il loro tempo con altri ragazzi giocando al calcio, disegnando, e realizzando attività intelligenti per crescere in un ambiente sicuro e  familiare.

Il giorno prima della loro partenza, abbiamo invitato i ragazzi ad una cena dove abbiamo condiviso le loro idee ed esperienze rendendoci conto di quanto il periodo trascorso insieme sia trascorso rapidamente e di quanto ci sia reale necessità di questo tipo di attività nella vita dei nostri ragazzi, per crescere, conoscere e sorprendersi ogni giorno. Siamo contenti di averli conosciuti e di averli aiutati  nella loro formazione professionale e come persone.