Il 12 e 13 Ottobre, il CEIPES è stato a Vilnius, Lituania, per la continuazione del progetto ACCESS sullo sviluppo di un manuale di formazione per lo sviluppo delle competenze dei lavoratori sociali sull’integrazione sociale dei minor rifugiati non accompagnati. Un progetto Europeo sostenuto attraverso il programma Lifelong Learning programme ed il partenariato Grundvig.

Questo terzo incontro – dopo Palermo nel Novembre 2011 ed Ankara nel Maggio 2012 – ha raccolto più di 40 persone provenienti da 9 paesi partner: Danimarca, Lituania, Italia, Spagna, Polonia, Turchia, Romania, Svezia, Germania.

Nel corso degli ultimi mesi, ogni paese ha realizzato ricerche in materia di immigrazione, statistiche sul livello sia nazionale che europeo. I partner hanno raccolto informazioni sul tema dalla riunione e/o dal lavoro con gli operatori sociali e con le associazioni che si occupano direttamente di bambini rifugiati. Il CEIPES ha ricevuto il cortese aiuto del Comune di Palermo (www.comune.palermo.it/) e di associazione come “Apriti Cuore” (www.apriticuore.it/) a Palermo e l’Associazione Mimosa (http://www.associazionemimosa.org/) da Padova.

Inoltre, al fine di illustrare la situazione nazionale, i partner hanno sviluppato casi di rifugiati grazie alla raccolta di informazioni ed hanno creato reti principali per la rilevanza manuale.

Ognuno di noi è arrivato con un rappresentante dell’associazione che ha fornito informazioni concrete sulla situazione dei rifugiati. Il CEIPES è arrivato con un poliziotto che lavora all’ufficio immigrazione di Palermo e che ha contribuito al nostro lavoro di preparazione per questo incontro.

Ogni incontro è una possibilità per ciascun partner di esprimere il suo lavoro svolto e sul modo in cui l’ha fatto, specificare i contenuti generali ma anche dubbi e ricordare scadenze. Un’incontro fisico è anche un importante momento sociale quando ogni membro può incontrarsi così da essere in grado di confrontare in modo formale o informale i risultati del loro lavoro ed il loro punto di vista.

Attraverso piccoli laboratori ogni partner è stato in grado di presentare un caso di rifugiati del proprio paese e di discutere su di esso. Da tale dibattito, sono venute fuori informazioni importanti circa le esigenze dei lavoratori sociali e quindi una linea guida concreta per i lavoratori ACCESS.

L’organizzazione ospitante Lituano ha organizzato una visita ad uno dei centri di accoglienza per i rifugiati situato al di fuori di Vilnius, in un luogo chiamato Rukla. Per ciascun partner è stata una grande opportunità vedere e conoscere i mezzi sociali dei lavoratori lituani ed il loro modo di lavorare.

Infine, questo terzo incontro è stato un passo in avanti per fissare le scadenze per il progetto finale di Luglio 2013, le date delle due prossime riunioni e la conclusione delle decisioni in merito al contenuto del manuale e la divisione del lavoro tra tutti i partner.