Visitare l’Ilab appena ultimato al centro di formazione CDJ Maximiliansau e discutere lo stato dei lavori dei vari partner. È servito a questo il quarto incontro del progetto “I LAB3 – Innovation Laboratories In The Development of Competences of Special Pedagogy Teachers and People With Special Educational Needs”, che ha visto protagonisti Musa Kirkar e Laura Granvillano, Presidente e Financial manager del Ceipes. “È stata un’esperienza utile a evidenziare i punti di forza e di debolezza del Ceipes all’interno del progetto – spiega Laura Granvillano – una visita necessaria anche a capire la direzione su cui muoversi per concretizzare il nostro Ilab”. E infatti il progetto, che si caratterizza per novità ed unicità nel panorama nazionale, ha come obiettivo quello di creare dei laboratori innovativi dotati di appositi software per lo sviluppo di competenze sia di insegnamento che d’apprendimento, con focus sui bisogni educazionali speciali (disabilità fisica, cognitiva o anche sociale).

Una due giorni, quella che è stata in programma il 20 e 21 gennaio a Worth, utile dunque per avere nuovi spunti su cui lavorare, per confrontarsi con i partner e conoscere la realtà tedesca neonata e del mondo che vi gira attorno. Occasione, non solo per lavorare e strutturare i passi da fare nei prossimi mesi ma anche per smontare qualche luogo comune: “Non era mai stata in Germania e andarci per la prima volta a Gennaio mi ha fatto godere a pieno del clima da film di Natale – spiega Laura Granvillano – I tedeschi non sono per niente poco ospitali, anzi. In più – conclude – bevono tanta buona birra e anche vino ma meglio evitare la loro pasta!”.

IL PROGETTO:
Avvio del progetto i-Lab3