Dal 14 al 21 aprile a Nicolosi ( Provincia di Catania, Sicilia)si è tenuto il corso di formazione del SVE, organizzato dall’ONG “CEMEA del Lazio”. I partecipanti sono stati 32 volontari provenienti da tutt’Italia. Questa è stata la mia prima esperienza ed anche quella dei miei tre amici turchi  per quanto riguarda i corsi di formazione SVE. All’inizio le mie aspettative erano diverse da quelle che ho adesso. Anche i miei amici sono rimasti sorpresi  dall’esperienza vissuta durante il corso. La loro maggiore preoccupazione era quella di non poter comunicare poiché non sapevano parlare l’inglese ma tutto sommato sono riusciti a gestire questo ostacolo abbastanza bene.

Quando sono arrivato in albergo e ho cominciato col programma ho pensato che il tutto sarebbe stato molto noioso ma mi sbagliavo. Quando cominci a farci l’abitudine e fai nuove amicizie con gli altri volontari, te ne rendi conto che stai vivendo dei bei momenti. Anche i miei amici la pensano così.  Si, è vero, comunicare a volte era un problema; ma come ben sappiamo abbiamo anche altri modi per poter comunicare oltre alle parole per esempio gesticolando. Tutti i miei amici sono diventati molti bravi a gesticolare come gli italiani. Tutti ci divertivamo ad usare i gesti per comunicare e abbiamo avuto un sacco di divertimento. Abbiamo anche pensato ai modi di gesticolare che usiamo nei nostri paesi.
Personalmente la mia parte preferita erano gli energizers che facevamo ogni giorno. İn particolare quella che abbiamo fatto il secondo giorno è stata molto divertente. Io lo chiamo il “trenino umano”. Incrociavamo le nostre gambe e provavamo a camminare all’interno dei circoli che erano stati disegnati a terra. All’inizio si è dimostrato un gioco molto difficile e il mio gruppo ha subito perso. Dopo però abbiamo escogitato una strategia e la seconda volta siamo stati noi i vincitori. Ciò che abbiamo imparato da questo gioco è l’importanza del lavoro di squadra. Finché tutti volevano la stessa cosa, non potevamo riuscirci perché agiavamo per conto proprio. Ma quando si lavora in gruppo con altre persone, devi essere in armonia con loro perché le cose funzionino bene. Abbiamo parlato fra di noi, ci siamo aiutati a vicenda e alla fine siamo riusciti a raggiungere il nostro obiettivo.  Sebbene questo sia stato il mio gioco preferito, abbiamo anche avuto altre attività anche esse molto divertenti ed istruttive.

Oltre ai divertenti energizers abbiamo anche avuto delle belle attività dalle quali abbiamo imparato molto su SVE, sull’ Europa e sulla cittadinanza europea, sui nostri diritti e doveri… abbiamo anche seguito un corso di italiano ogni mattina il quale mi è stato molto utile. Grazie al metodo dell’educazione non formale imparare è stato molto divertente. Riguardo al tempo libero devo dire che è stato più un tempo per creare dei legami. Abbiamo fatto delle gite a Catania ed Enna nel nostro tempo libero. Abbiamo fatto amicizia e questa settimana è diventata una bella esperienza per tutti noi.

Ciò che ho trovato e quello che mi aspettavo di questo corso di formazione è stato molto diverso. Con gli energizers, le attività e il tempo libero, è stata una esperienza molto importante ed utile per me. Per quel che ne so anche i miei amici Kemal, Habibe e Kamile si sono divertiti molto e hanno imparato molto da questo corso di una sola settimana e hanno fatto un sacco di nuove amicizie, le quali sono sicuro di rivedere a Palermo.

Ozkan Baytak, Voluntario SVE al CEIPES