Il tema della discriminazione riguarda potenzialmente tutte e tutti noi, chi non si è sentita/o qualche volta discriminata/o? E chi non ha qualche volta discriminato qualcuna/o?

Il vero problema si pone quando la discriminazione inizia a essere costante nel tempo e rivolta a un gruppo di persone specifico, che possono essere le donne, i migranti, i Rom, i disabili, i giovani, la comunità LGBT, ecc. Tra l’altro la discriminazione può essere portata avanti sia dalle persone comuni (la società civile) che dallo stato, dagli enti privati, dalle istituzioni scolastiche, ecc. La discriminazione può anche essere diretta (un comportamento/atteggiamento diretto) o indiretta (in questo caso legata alle leggi e politiche di uno stato). Puoi saperne di più sul tema ad esempio sul sito della Commissione Europea focalizzato sul tema.

Il lavoro del CEIPES in questo campo è orientato alla costruzione di una società fatta di uguaglianza e di pari opportunità per tutte le persone, indipendentemente dalla loro provenienza economica/culturale/etnica, genere, età, appartenenza politica/religiosa, orientamento sessuale, ecc. Le nostre attività riguardano molto la formazione e l’educazione, ma anche la sensibilizzazione e l’advocacy (gruppi di pressione).

L’educazione-formazione è l’ambito trasversale del CEIPES, che in questo dipartimento è orientato alla costruzione di capacità (capacity-buiding) sia dei gruppi vittime di discriminazione che della comunità in generale, fornendo in questo caso competenze rilevanti alla lotta alla discriminazione. La parte di sensibilizzazione si basa esattamente sullo sviluppare della consapevolezza dei cittadini/e sulla discriminazione e la situazione delle persone vittime di discriminazione. Finalmente, l’advocacy riguarda il lavoro di cambiamento che può e deve essere realizzato a un livello politico (leggi, politiche). Il nostro lavoro versa in questo caso sulla formazione sia degli operatori che lavorano con le persone vittime di discriminazione che con le persone stesse, dando esse gli strumenti per lottare per i propri diritti.

Alcune delle iniziative del CEIPES in questo ambito sono: