Autore: kirkar

Incontro internazionale in Città delle Pieve

Rick’s cafe’: verso nuove competenze interculturali e luoghi comuni di conoscenza Il Rick’s cafe è una rete per insegnanti e professionisti nel campo educativo che vedono un gran valore nell’internazionalizzazione delle scuole. Il concetto è nato da diversi mesi fa durante discussioni informali tra specialisti di educazione interculturale. Adesso è in parte sovvenzionato dalla commissione europea nell’ambito del Programma di Apprendimento Permanente. La rete è condotta dalla CECE: Confederación Española de Centros de Enseñanza di Spagna e da Opportunities Aid Foundation di Malta. Insieme coordinano un consorzio di 15 organizzazioni fondatrici e partner di tutta l’Europa.  E una rete in crescita e adesso rappresentata da 20 paesi Europei. Dopo i due incontri a Madrid e a Malta, la rete si sta preparando per le attività nella Città delle Pieve in Umbria dove si terranno discussioni e interventi sui lavori di allargamento della rete del Rick’s Cafe. Inoltre durante i 6 giorni di lavori si terranno 2 attività di formazione, una sul tema dell’internazionalizzazione della scuola e l’altra sul foresight (workshop internazionale aperto alla partecipazione di chiunque sia interessato/a). è possibile scaricare il programma qui. Per quelle/i interessate/i a partecipare contattate afonso@ceipes.org Durate gli ultimi dieci mesi la rete è stata molto attiva nella formazione, discussioni, forum e raccolte di d’informazioni. Ciò cha aiuta a migliorare le tendenze della rete geografica nell’internazionalizzazione dell’educazione. Le attività future includeranno workshop internazionali, produzioni...

Read More

Resoconto incontro Città della Pieve – Rick’s Café Netowork

Il Rick’s Cafe – Network  a Città della Pieve 3° convegno europeo sul futuro della scuola 3- 4 -5- novembre 2011 Nei giorni 3-4-5 novembre, nella Sala della  Rocca di Città della Pieve, messa cortesemente a disposizione dal sindaco Riccardo Manganello e dall’ Amministrazione Comunale, si è svolto un Convegno Internazionale su un tema che oggi riveste una importanza cruciale : l’Educazione Interculturale.L’Associazione ”Orizzonte”, di cui faccio come Responsabile per Progetti Europei, ha offerto  il supporto logistico ed organizzativo in quanto facente parte del “Rick’s Cafe”, una rete europea nata nel dicembre 2010,  che collega associazioni culturali, scuole, amministratori locali, docenti universitari di 8 paesi Europei e della Turchia, sponsorizzata dall’ EU nell’ ambito del Lifelong learning programme  Comenius.Il nome deriva dal celebre “Rick’s Cafe” del film Casablanca con Humpfrey Bogart ed Ingrid Bergmann,   ideale luogo di incontro  per  una clientela proveniente da varie nazionalità Questa rete ha lo scopo di contribuire a migliorar e l’educazione interculturale attraverso la condivisione delle buone pratiche presenti nei paesi aderenti per migliorare, attraverso l’educazione interculturale, i curricula e l’organizzazione delle scuole europee affinché possano rispondere ai problemi del terzo millennio contribuendo alla formazione di una generazione di giovani creativi, mentalmente liberi e  psicologicamente sani.L’assunto sottostante al Progetto è quello di un cambiamento di prospettiva: l’educazione interculturale non è un nuovo problema cascatoci addossi che  dobbiamo malvolentieri affrontare, al contrario, rappresenta una opportunità...

Read More

Seniors’ Culture and History – Open, Living and Recounted

C’è una cosa che accomuna tutti gli aeroporti: il vedere persone che non si incontrano da tanto tempo. Ogni volta mi soffermo a guardare e la cosa che mi colpisce sono gli incontri tra nonni e nipoti, tra mamme e figli che non si vedono da tanto tempo e ogni volta la commozione mi fa spuntare le lacrime e anche in questo piccolo aeroporto di Bacau dove devo incontrare il grande Guszti si ripetono queste scene. La differenza sta nel fatto che mi sembra di capire ci siano moltitudini di “badanti” che sono ritornate a casa con i loro piccoli tesori e il loro incontro con i familiari mi suona ancora più significativo. Ma ecco, a distrarmi da questo momento di riflessione, la visione del Professore G. che con in mano una mela di benvenuto ci conduce verso il nostro destino di questi futuri giorni. Il taxi, non proprio nuovo, va nella notte buia, attraversa paesi per me sconosciuti, vedo correre alberi, camminare tante persone lungo i bordi della strada, dei carri trainati dai cavalli, biciclette, vedo attraversare passaggi a livello non chiusi e mi sento immersa in un altro mondo e comincio il mio cammino all’indietro nel tempo. Sono anche un po’ spaventata per questo incontro con persone estranee che non ho mai conosciuto e con le quali dovrò collaborare, fare delle attività con gli anziani, con i...

Read More

2 Incontro Coordinamento

Il 4 ed il 5 marzo, nell’ambito del Progetto HeuritAge per l’Educazione permanente, si è svolta presso l’Università del Galles  di Newport, Carleon, la seconda serie di incontri dei rappresentanti degli orgnismi e delle associazioni  partecipanti. In particolare il  4 marzo, Margareth Davis per la nazione  di turno ospitante, il Regno Unito, ha porto il saluto  di benvenuto a Monique Epstein e a Jean Michel Damianthe (Francia), a Petra Pavlasova (Repubblica Ceca), a David James e Fortini Nikolau (Cipro), a Matheusz Karlinski (Polonia) e ad Ana Afonso e Filippo Tornambè (Italia). La prima parte dei lavori è stata dedicata alle indicazioni da fornire allo staff dell’Università del Galles che si occuperà di sviluppare un programma apposito che permetta l’archiviazione e la fruizione dei dati che tutti i partecipanti dei singoli Paesi aderenti al progetto faranno pervenire. Si tratta infatti di raccogliere non soltanto testi e documenti , ma anche foto, diapositive, immagini video e registrazioni audio, tutti finalizzati  alla trasmissione alle nuove generazioni del patrimonio di tradizioni di ognuna delle nazioni aderenti a questo progetto che coinvolge attivamente le persone meno giovani: i senior. Una seconda parte dei lavori ha affrontato prevalentemente  le modalità ed i tempi da preferire per soddisfare quell’altro aspetto del programma HeuritAge che intende favorire l’apprendimento dell’uso del computer da parte degli anziani. Anche in questo caso si sono confrontate esperienze e proposte per mettere a punto una piattaforma  comune. Nell’ultima sessione...

Read More

Sponsors

Recent Tweets