Al via Jobit, il progetto per lo sviluppo di software

Nome progetto: JOBIT – Innovative teaching methodologies and courseware for software development VET to reduce skills gap in IT
Durata: 2 anni
Ente capofila: AS BCS Koolitus (Estonia)
Organizzazioni partner: Ceipes (Italia), European University Cyprus (Cipro)
Finanziato da: Commissione Europea

Si chiama JOBIT e ridurrà il divario tra istruzione e formazione professionale nello sviluppo di software e il mercato del lavoro. È questo l’obiettivo principale del progetto appena partito e finanziato dalla Commissione Europea. Tre paesi a lavoro per creare uno strumento pratico per migliorare ed aggiornare le competenze nell’ambito della programmazione dei software.

Il primo incontro, tenuto a Palermo nella sede del Ceipes, è stato utile ai partner per conoscersi e discutere i dettagli del progetto per chiarirne l’obiettivo e scegliere il target a cui rivolgersi. Un modo, quindi, per scegliere insieme il modo in cui lavorare nei mesi a seguire. A partecipare, per il Ceipes, il Presidente Musa Kirkar, il vicepresidente Alessandro Imborgia e Laura Granvillano, financial manager dell’associazione. “Il primo incontro è sempre molto importante per la realizzazione di un progetto – spiegano – il primo passo consiste nel creare un ambiente lavorativo positivo e amichevole”. È in questo modo che il resto della riunione è proseguita senza intoppi e si sono buttate le basi necessarie per continuare a lavorare nei prossimi due anni. “Questa partnership è relativamente piccola – spiega Alessandro Imborgia – siamo solo tre paesi ma questo ci permetterà di lavorare a stretto contatto ed avere un impatto maggiore nei nostri rispettivi contesti nazionali”.

Gli obiettivi:
– Miglioramento delle competenze in materia di sviluppo software per persone che hanno già concluso un percorso di studi in questo campo e sviluppo delle suddette competenze verso le esigenze del mercato del lavoro.
– Cooperazione tra tutte gli attori – scuole di formazione professionale, datori di lavoro, specialisti del settore – tale cooperazione si tradurrà in una innovativa metodologia didattica integrata e nello sviluppo delle competenze degli insegnanti.
– Dotare i docenti dei corsi di sviluppo software di competenze e capacità necessarie per fornire un insegnamento di qualità e garantire che le competenze che gli studenti acquisiscono durante la formazione professionale soddisfino le esigenze del mercato del lavoro.
– Incrementare la rilevanza sul mercato del lavoro dei corsi di formazione professionale nel campo dello sviluppo di software
– Ridurre l’inadeguatezza delle qualifiche e le carenze nei corsi di formazione professionale dedicati allo sviluppo di software
– Aumentare il tasso di occupazione e la qualità delle scuole di formazione professionale , in cui verrà applicata la metodologia sviluppata

AGGIORNAMENTI:
– Jobit: al via la seconda fase del progetto

– Jobit: III incontro del progetto

jobit